Testimonials

Last update 08.08.2019

My life before the injury
in 2016 I was a 42-year-old person working in big pharmaceutical industries as a QA Manager to certify the quality of every batch of drug before sale. Every batch of drug has to comply with the relevant guidelines and requirements. I worked also as a Qualified Person (QP, FvP in German), the most important position in the pharmaceutical industry. Living with a 9-year-old son, I managed work and family life effectively, following the principle of a work-life balance .

What happened with the injury?
I was diagnosed with a form of curable leukemia, healed by the use of specific treatments. The cancer and other contributing factors have led to an internal hemorrhage, I was rushed to Zurich hospital and miraculously saved. After this injury, I went through 7 months of rehab to walk again.

The transformations of my life
Immediately after the injury, I was really angry: I had temporarily lost my body-balance which affected my ability to walk and, in general, to move and even my sight had been compromised. I tried to create an attitude of positivity, persistence and willingness to transform and improve my health. I soon adopted this positive thought: ‘all the cells in my body will be reformed again, so Lucia wait and be patient’. As a result, my life changed nevertheless positively, my body, my personality and my life have undergone huge transformations that I’ve necessarily accepted as an enrichment, managing my life at my best.

I’ve improved my patience, became more trustful and more positive. I worked really hard on improving my body’s well-being by making important changes, only after medical control, in my daily nutrition, in my medication and in my rehab therapies.

This health problem helped me to go forward, live more in the present, in the world of nature and, most importantly, have a specific nutrition, confirmed by nutritionists (doctors). I decided on this nutrition only for healthy reasons, only after an accurate medical control and consultation.

The nutrition is very individual and has to be adapted to each patient, minimum with a 50% of vegetables.

My specific nutrition was a seagan one, a plant-based diet—that includes fruits, vegetables, legumes, nuts, seeds, and whole grains, with fish (2-3 portions per week) and 1 egg each 2 weeks.

No sugars, no red meat, no pork, no poultry, no diary, no refined flour, no processed food, no junky food, less artificial added chemicals (most has to be organic). The change of nutrition enabled me to recover easier, make rapid progress in improving my general well-being and prevent further diseases.

I learned how to transform my initial anger into positive energy toward recovery. A new balance between fight (beat illness) and acceptance (follow the flow of life) .

Now… 

Having personally experienced the power of nutrition and medical therapies, I’ve decided to commit myself to help others and share my story to give them courage, willingness, positivity. The progress of healing is miraculous!

I’m truly grateful for the huge support of my family and all my friends with their precious presence, help and support during this difficult period of my life. Thank you very much!

Lucia


Testimonial: why? If you would like to share your personal story in IT, FR, DE or EN about overcoming diseases, send us your text via the Contact Form and it will be kept strictly anonymous or as you want.

Here find other testimonials:

Erano i primi di marzo del 2017 quando ho avuto la felicità di accogliere mia figlia a casa in quanto per diversi mesi era stata degente nelle cliniche di riabilitazione. Mia figlia ha iniziato la dieta “pesce vegana del Dr. Berrino” con la consapevolezza della sua bontà derivante dagli anni di studio di ingegneria alimentare e dalle ultime ricerche divulgate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Io insieme a lei e ascoltando i suoi consigli ho iniziato questa dieta un po’ per praticità e sopratutto perché volevo dimostrare a me stessa che, con la dieta, avrei potuto ovviare alle manchevolezze della mia salute, quali il colesterolo e la pressione del sangue troppo alte e l’acidità di stomaco derivante da un’ernia iatale fastidiosissima. A distanza di diversi mesi gli effetti benefici della dieta si sono manifestati, le mie manchevolezze di salute si erano quasi regolarizzate oltre ad aver perso peso corporeo, cosa di cui andavo fiera! Devo ammettere che all’inizio non é stato facile, dovendo eliminare gli zuccheri, i latticini e le carni, ma il fatto che già da prima osservavo una dieta mediterranea ricca di leguminose, di frutta e di verdura ed amavo da sempre mangiare pesce, questo mi ha aiutato tanto. Ben presto mi sono abituata al cambiamento di dieta a tal punto che nonostante mia figlia abbia ripreso la sua vita in mano e viva oggi da sola, continuo indefessa a fare la mia dieta. La mia solidarietà va a coloro che per salute o semplicemente per loro scelta vogliono iniziare questa dieta!

Anonimo


Da alcuni anni soffrivo di forti dolori alle articolazioni che tenevo sotto controllo con l’agopuntura, ma durante il 2015 una situazione lavorativa pesante, l’aggravarsi del tumore di mia zia, poi deceduta dopo atroci sofferenze dovute alle cure ricevute, lo zio solo per molti mesi (io unica nipote che si poteva occupare di lui…) non mi hanno consentito di pensare alla mia salute e la situazione si è aggravata. Naturalmente mangiavo pure male ed in modo inconsapevole e continuavo a dimagrire. Nella primavera del 2016, dopo mesi di dolori alle mani che non regredivano, malgrado avessi finalmente ricominciato a fare agopuntura, mi sono decisa ad andare dal reumatologo che mi ha diagnosticato l’artrite reumatoide erosiva (si deformano mani e piedi…) , patologia autoimmune molto dolorosa. Un’amica mi ha mandato un video del prof. Franco Berrino nel quale egli diceva che le malattie autoimmuni partono da un intestino malato che va risanato con una sana alimentazione, portando a guarigioni clamorose, in particolare dell’artrite. Mi sono recata a Milano presso il centro medico “Tree of life”, dapprima in maggio dal dottor Francesco Andreoli, l’assistente del Prof. Berrino, e in agosto da lui direttamente. L’alimentazione suggeritami, antinfiammatoria e mirata a curare l’intestino, mi è subito piaciuta. Da un po’ di lavoro (bisogna imparare ad organizzarsi in cucina e con la spesa), ma i risultati non si sono fatti attendere, l’intestino si è messo a posto (era così malconcio da assorbire proteine mal digerite e farle finire nelle mie articolazioni…), in particolare grazie alla crema di riso o di orzo, che mangio a colazione almeno 4 o 5 volte a sett, alternandola ai fiocchi di avena e introducendo cibi fermentati. Mi sono addirittura acquistata un mulino elettrico per macinare i cereali integrali ed avere tutto sempre fresco. I negozi biologici offrono alle volte questo servizio, le farine dei cereali integrali perdono infatti le loro preziose proprietà antinfiammatorie dopo pochi giorni. Ho eliminato lo zucchero e i latticini, le uniche proteine animali che mangio sono pesce piccolo 2-3 volte a settimana e un uovo di gallina felice a settimana. Oggi, novembre 2018, i dolori articolari sono andati scomparendo, le mani sono ancora pochissimo infiammate e risentono un poco del tempo o della stanchezza… E ho soprattutto cambiato alimentazione, per il resto vivo una vita abbastanza stressante, con situazioni conflittuali personali non ancora risolte. Le vacanze-seminario fatte con il Prof. Berrino e “La grande via ” sono state molto rigeneranti e istruttive. Che la mia esperienza possa far capire quanto sia importante mangiare sano. Altrettanto importante sono il movimento e la spiritualità, e qui ognuno trovi la sua via.

Rosangela

 

There is no doubt that courageous, personal stories of difficulties overcome, inspire people throughout the world to persevere with their own problems and try to find some positive solutions for themselves. I would like to share many personal stories and create a big beautiful puzzle with pieces made up of individual anecdotes. In sharing this stories, we would like to inspire you to consider the benefits of changing and adapting your traditional nutrition to a more healthy one.

Disclaimer: This text is only for illustration purposes and does not replace your doctor’s opinion. It is not intended to provide medical advice, diagnosis or treatment.